Ispezione scaffalature

Migliora la sicurezza del tuo magazzino, riducendo i possibili rischi: rendilo un luogo di lavoro in cui operatori e dipendenti possano muoversi senza esporsi ad alcuna forma di pericolo.

La norma UNI-EN 15635 “Sistemi di stoccaggio statici di acciaio. Utilizzo e manutenzione dell’attrezzatura di immagazzinaggio” disciplina le attività di ispezione periodiche delle aree di stoccaggio per accertare lo stato delle scaffalature, così da evitare incidenti che possano causare danni alle strutture o alle persone.

Logicamm offre un servizio di ispezione ai propri clienti, con rilascio del rapporto tecnico di controllo, al fine di ottimizzare la sicurezza e l’efficienza dei magazzini.

Ispezione scaffalature: la normativa uni-en 15635

La norma UNI-EN 15635 “Sistemi di stoccaggio statici di acciaio. Utilizzo e manutenzione dell’attrezzatura di immagazzinaggio” dichiara la responsabilità dell’utilizzatore del magazzino di far eseguire annualmente un’ispezione dell’impianto da personale esterno qualificato.
Lo scopo è di ridurre i rischi al minimo e di ottenere un funzionamento più sicuro del magazzino.

I nostri tecnici sono iscritti al Registro nazionale dei Consulenti Qualificati per strutture di stoccaggio AISEM / CISI.
La norma, tra i vari punti, stabilisce l’obbligo a carico dell’impresa utilizzatrice di nominare una persona responsabile della sicurezza delle attrezzature di stoccaggio (il cosiddetto PRSES), e la necessità di redigere un piano di ispezioni periodiche, che dovranno essere svolte da una persona tecnicamente competente a intervalli non superiori ai 12 mesi.

L'importanza della visita ispettiva delle scaffalature

L’obiettivo principale delle visite ispettive è quello di garantire la messa in sicurezza del magazzino, includendo dipendenti, prodotti e macchinari.
Ma non solo: l’analisi da parte di un esperto permette anche di implementare, dove necessario, un corretto utilizzo delle scaffalature così da prevenire eventuali danni alla struttura stessa.
Infine verificare periodicamente le scaffalature riduce i costi di gestione aziendale.

Hai già eseguito l’ispezione delle scaffalature? Hai bisogno di maggiori informazioni?

Contattaci senza impegno per fissare un sopralluogo gratuito con il modulo di contatto in fondo a questa pagina.

Ogni quanto fare l'ispezione delle scaffalature

La frequenza delle ispezioni dipende dall’impianto, comunque almeno una volta ogni 12 mesi.
Questo intervallo di tempo può essere inferiore nel caso di spazi particolarmente trafficati o considerati a rischio per diversi fattori, come la quantità delle merci e la frequenza con cui sono spostate.

Piano di ispezione

Logicamm esegue l’ispezione delle scaffalature con un iniziale mappatura del magazzino, che include i rilievi delle viste frontali.
Dopo questo primo sopralluogo e una volta completato il disegno delle aree di stoccaggio, si torna in loco, presso il cliente, per segnalare le situazioni critiche individuate che sono classificate in verde, arancio e rosso:

Livello verde:

richiede un controllo e una valutazione in occasione delle future ispezioni

Livello Giallo:

richiede un intervento al più presto e comunque entro un mese

Livello rosso:

richiede un intervento immediato

Infine, viene consegnato al cliente un rapporto tecnico di controllo che riporta tutte le osservazioni, piani di miglioramento e un elenco di interventi da attuare.
Sarà indispensabile procedere all’adeguamento necessario per l’efficientamento della struttura.

L’ispezione, per dare una panoramica, rileva:

Contatti

Domande frequenti